Diario dalla spiaggia


Come proteggere il tuo bebè dal sole, dal vento, dalla sabbia?


11 maggio 2015


Il primo consiglio naturalmente è quello di proteggere la pelle dai raggi nocivi con un buon latte solare (ne parliamo qui per esteso), ricordando di non restare al sole troppo a lungo, anche se le nuvole coprono il cielo, anche se hai applicato il latte solare sulla sua pelle: mettilo 30 minuti prima di andare al sole e rimettilo almeno ogni 2 ore (leggi qui “Le 10 regole per un sole a prova di bimbo”).

Metti il tuo bambino all’ombra appena puoi, applicando sempre il latte solare perché i raggi del sole possono oltrepassarlo. Se non sei sotto l’ombrellone, usa un telo di cotone leggero e crea un riparo all’ombra dove far riposare o giocare il bambino.

Quando la luce solare è molto intensa fai indossare al tuo bambino un paio di occhiali da sole per filtrare i raggi ultravioletti. È importante che i bambini indossino occhiali adatti alla conformazione del loro viso. Tutto deve essere a norma: stanghette, montatura e lenti.

Lascialo pure bighellonare sulla sabbia della spiaggia a piedi nudi: ricorda però che la sabbia secca la pelle e la rende vulnerabile all’aggressione di funghi e batteri. E’ bene quindi fargli prendere frequentemente una doccia (anche ogni ora), sciacquare accuratamente le pieghe della pelle, soprattutto quelle inguinali. Al ritorno a casa idrata la sua pelle con la crema doposole.